I 5 musei più belli dell’anno…perchè “l’arte è amore reso pubblico”

I cinque musei più belli dell’anno: alla scoperta dei luoghi che sono la casa dell’arte.

Generalmente quando si sente la parola Museo, si reagisce in due modi. A qualcuno non fa nessun effetto perché non si sente vicino a questo mondo culturale, per altri invece rappresenta una tappa importante nel loro percorso di crescita. Con i musei infatti spesso si entra in contatto con diversi tipi di arte e questo può essere un momento importante per la vita delle persone.

Ad oggi esistono tanti tipi di musei, da quelli che espongono quadri a quelli che espongono reperti storici. Vediamo insieme i 5 musei più belli e particolari dell’anno.  

Giappone- le zucche pop del Yayoi Kusama Museum

L’artista giapponese che si distingue per il suo caschetto rosso, apre il museo dedicato alle sue opere. Da ottobre è infatti possibile visitare un mondo fatto di zucche, pois, ed effetti allucinatori davvero creativi. Da bambina soffriva di allucinazioni visive ed uditive ma questo problema è stato per lei l’appiglio per la creazione di quadri con reti, puntini e mondi illusori.

Musei

Danimarca- La lego House

Dalla fantasia del falegname Ole Kirk Chrstiansen, nel 1932 sono nati i mattoncini lego, gioco molto amato dai bambini ancora oggi. Tanto amato che nel villaggio di Billund è nata, dopo quattro anni di lavori, la lego house. Incorporando in modo semplice ed ingegnoso i mattoncini, si è voluta dimostrare creatività e geometria non dimenticando il valore di base: quello del gioco.

museo

California- Il museo del gelato

A Los Angeles il design si unisce  la dolcezza del gelato. Caratterizzato da atmosfere pop e colorate, troviamo diverse aree all’interno del museo. Si va infatti dalle “Banana split” , alla “Grow House” dedicata alla menta, o la “California Room” piena zeppa di giganti lecca lecca. Oltre a questo, l’attrazione sicuramente più particolare è una piscina piena di milioni di zuccherini colorati.

museo

Qatar- La rosa del deserto

La rosa del deserto di Jean Nouvel è una rappresentazione metaforica delle formazioni rocciose tipiche dei paesi del deserto. L’edificio è stato realizzato con cerchi ad incastro che sembrano quasi cristalli. Si prevede che tra questi petali vi sia anche nuovo museo dell’antico palazzo residenziale degli Al Thani. Un progetto insomma, che vuole intregrare tradizioni e modernità.

museo

Danimarca – Museo invisibile

Un ex bunker nazista è stato trasformato  in un centro di esposizione nascosto nella sabbia. Il direttore del museo, arde Museum, ha dichiarato che il “Tirpitz è un’esperienza unica e incredibile, violenta, sbalorditiva, drammatica, nascosta: quasi invisibile. Da fuori è praticamente nascosto anche ad un occhio più attento, ma ci sono in realtà quattro canali scavati tra le dune che portano i visitatori in un luogo che al contrario di un bunker è aperto e luminoso.

museo

Se siete curiosi e cercate maggiori informazioni eccovi qui dei link utili di approfondimento.

http://www.elledecor.it/people/yayoi-kusama-museo-tokyo

http://www.elledecor.it/interior-decoration/museum-of-ice-cream-los-angeles

http://www.elledecor.it/news/lego-house-big-apertura-billund

http://www.elledecor.it/architettura/museo-jean-nouvel-qatar

http://www.elledecor.it/news/bunker-nazista-tirpitz-museo-invisibile-big-architects