India Express #3 : alla scoperta di Paharganj e Nuova Delhi

India Express #3 : alla scoperta di Paharganj e Nuova Delhi

Il viaggio alla scoperta di Paharganj continua

Nuova Delhi

Nuova Delhi.

Uno scenario surreale: quello che si presentava difronte ai miei occhi di turista occidentale. Decisamente non ero abituato ad accogliere nella mia mente l’idea di oriente, decisamente non sapevo quello a cui andavo incontro.

Nulla di allarmante, ma di sicuro stravolse tutti i miei punti di riferimento, i miei canoni di giudizio e la mia idea di civiltà. E questo, solo al mio arrivo la prima sera.

Incontrai un ragazzino di giovane età che si presentò come Bichnù e il suo nome mi colpì molto, perchè era lo stesso del nepalese che accompagnava il protagonista nel libro “Flash Katmandu il grande viaggio”.

Bichnù si offrì di accompagnarmi per poche rupie in una esplorazione serale della zona, ma io rifiutai: ero ormai stanco e scelsi di tornare all’hotel. Il primo incontro tradizionale Indiano in cui un locale ti si accosta per aiutarti, spesso anche gratis, era avvenuto e io non sapevo ancora che era consuetudine quel comportamento.

Fuori dai negozietti, sulla via del ritorno, attendevano clienti i venditori fra spezie di tutti i tipi, stoffe bellissime e oggettistica tradizionale indiana. Decisi di fermarmi in uno di questi bazar e rimasi affascinato da una serie di campane tibetane di diverse misure esposte nel negozio. Così, dopo una breve contrattazione sul prezzo, ne comprai una di medie dimensioni, che mi accompagnò in tutto il viaggio.

Stanco, ma felice, una volta arrivato in albergo, mi appoggiai al letto fatto di un’asse di legno sulla quale stava steso un sottile materasso imbottito di gomma piuma e dormii.

(continua nella pagina seguente)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.