Serie A, l’Atalanta ferma la Juventus sul 2 – 2

Serie A, l’Atalanta ferma la Juventus sul 2 – 2

Nella conferenza stampa della vigilia il tecnico bianconero era stato chiaro: a Bergamo si gioca fino al novantesimo. E se qualcuno lo ha criticato, i fatti gli hanno dato ragione.

Succedete di tutto nel posticipo della settima giornata del Campionato di serie A. La Dea parte piano e concede 30′ ai torinesi, che si portano con facilità sul 2-0. Poi Caldara e Crisitante riagguantano il risultato. Pesante l’errore dal dischetto di Dybala sul finale.

La prima frazione è assolutamente di marca bianconera. La Juventus parte forte in attesa dell’Atalanta che appare affaticata dopo la trasferta impegnativa di Lione.

Bernardeschi, alla prima da titolare con la nuova maglia, appare subito in forma. Dopo una primo tiro che finisce adagio tra le mani di Berisha, il numero 33 è lesto nel ribattere in rete una respinta, non proprio felice, del portiere albanese a seguito di un tiro poco pericoloso di Matuidi.

L’ex viola mette la firma anche sul raddoppio. È suo l’assist per Higuain che ritrova la via del gol anche in campionato.

Il terzo gol della prima frazione di gioco vede come protagonista ancora una volta un giocatore juventino. Ma per la stagione in corso indossa la maglia nerazzurra dell’atalanta. Siamo alla mezz’ora quando Gomez, che fino a quel momento aveva toccato solo due palloni,  si procura una punizione al limite dell’area. La posizione è leggermente più a destra rispetto a Lione e Buffon non si fa sorprendere. Ma sulla ribattuta, Caldara è il primo ad arrivare sul pallone spedendolo in rete.

Gasperini vuole più qualità in attacco e si affida ad Ilicic al posto di un Cornelius impalpabile. Lo sloveno entra subito in partita e,dopo pochi minuti, serve un pallone delizioso per Kurtic che di testa non da il giusto effetto.

Si va negli spogliatoi con il risultato di 2-1.

Nella seconda frazione succede di tutto.

Al 12′ il gol di Mandzukic sembra destinato a chiudere la partita, ma la gioia del croato e del popolo bianconero dura pochissimo. Infatti l’arbitro, su segnalazione del Var, annulla il gol perché l’azione è viziata da una gomitata di Lichsteiner,punito col giallo, ai danni di Gomez.

È la dura legge del gol: gol sbagliato  (annullato in questo caso) gol subito. Passano solo dieci minuti e l’Atalanta pareggia i conti con Cristante che di testa spedisce in rete un delizioso cross del Papu.

All’84’ un altro intervento del Var,  questa volta sbagliato, regala alla vecchia signora il match point. Sugli sviluppi di un calcio di punizione viene giudicato come fallo di mano un tocco con la spalla. Sul dischetto si presenta Dybala, ma Berisha è bravissimo a neutralizzarlo.

 

 

Pareggio tuttosommato giusto tra due squadre che, dopo un primo tempo molto tattico, hanno espresso un bel gioco nella seconda frazione.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.