Guida al campionato: quinta giornata di Serie A

Si è appena concluso il quinto turno di Serie A, il primo degli impegni infrasettimanali imposti dal nostro campionato. Fa notizia il pareggio dell’Inter, che è stata costretta allo stop in casa di un Bologna ben messo in campo e meritevole del punto guadagnato. Allungano così sui nerazzurri Juventus e Napoli, che hanno imbeccato la quinta vittoria consecutiva in campionato su cinque partite. Entrambe le squadre erano attese da avversarie impegnative, ma, rispettivamente, Fiorentina e Lazio poco hanno potuto contro le strafavorite del campionato.
L’Atalanta, quinta forza del campionato, schianta con un perentorio 5-1 il Crotone, che anche quest’anno sarà invischiato sino all’ultimo nella lotta salvezza. Netta anche la vittoria della Roma con un secco 4-0 in casa del neopromosso Benevento. Udinese e Torino è stata la partita forse più in bilico dell’intera giornata, ma alla fine la compagine guidata da Mihajlovic ha portato a casa dal Friuli tre punti fondamentali.
Il Milan passeggia a Ferrara con uno 0-2 ottenuto grazie a ben due penalty. Arriva invece un doppio pareggio tra le due squadre di Verona e le due di Genova, che si spartiscono un punto a testa.
Infine, fa notizia il primo successo del Sassuolo contro un Cagliari che, ancora, fatica ad ingranare.

BOLOGNA 1-1 INTER (Verdi, Icardi (R))

Nei primi minuti del match è il Bologna a fare la partita nonostante una clamorosa occasione capitata a Joao Mario. Verdi e Di Francesco, sulle fascie, sono incontenibili, e ci vuole un Handanovic super per murare la sassata a colpo sicuro dell’ex giocatore del Milan. Al 14′ è di nuovo Verdi ad andare vicino al vantaggio, ma il tiro a giro dell’azzurrino termina di poco alto sopra la traversa. Sul seguente rinvio, sbagliato dal portierone sloveno, è di nuovo Verdi a sfiorare il vantaggio felsineo, ma la palla sfiora il palo esterno, spegnendosi nuovamente sul fondo.
Il Verdi-show trova la propria giusta conclusione al 31′, quando il numero nove rossoblu fulmina
Il gol pare aver destato l’Inter dal sonno in cui gli esterni del Bologna l’avevano indotta, ed a pochi secondi dal gong del primo tento è Icardi a sfiorare la deviazione decisiva, ma il capitano nerazzurro manca di un soffio il bersaglio.
Il primo quarto della ripresa scorre placcido, ed è al minuto 59′ Miranda sfiora il gol di testa su corner, ma il miracolo di Mirante gli nega la gioia del gol. L’Inter prende coraggio, ma è di nuovo il Bologna ad andare vicino al raddoppio, ma la botta di Donsah termina di un nulla alta sopra la traversa. Al 30′ del secondo tempo il VAR decreta il rigore per l’Inter: Mbaye scivola travolgendo l’attaccante nerazzurro Eder. Sul dischetto si presenta il capitano, Icardi, che non sbaglia il gol del pareggio.
Gli ultimi minuti del match scorrono via senza particolari emozioni. Il Bologna perde due punti che, alla luce del gioco espresso, avrebbe ampiamente meritato. L’Inter, fortunata negli episodi, evita la prima sconfitta stagionale.

Prosegue nella pagina successiva

Views All Time
Views All Time
891
Views Today
Views Today
1
Next Post

ALZHEIMER: UN PASSO AVANTI MADE IN ITALY

Facebook Twitter LinkedIn Il segreto è nella Dopamina Morbo di Alzheimer: una delle malattie neurodegenerative più diffuse negli italiani over 60 secondo il CENSIS. Da diversi anni s’indaga sulla fisiopatologia di questa malattia, e recentemente un “tassello” importante nella sua comprensione è stato deposto quest’anno da un gruppo di ricerca […]

Subscribe US Now