CHAMPIONS LEAGUE, DAY 1: ROMA ATLETICO MADRID 0-0

CHAMPIONS LEAGUE, DAY 1: ROMA ATLETICO MADRID 0-0


Una notte da guerrieri, una notte da gladiatori che, per novanta minuti, si sono dati battaglia, undici contro undici, nel moderno Colosseo del calcio. Due squadre a confronto che partono da premesse totalmente opposte, ma che, in realtà, hanno bilanciato le proprie forze.
AS Roma-Atletico Madrid termina zero a zero. Un risultato grigio se paragonato ad una partita in cui le emozioni non sono assolutamente mancate. Merito delle difese o colpa delle mancanze offensive?
La squadra di Simeone è l’incarnazione della ripartenza: sonnecchia vigile per tutta la prima fase di gara, subendo l’azione di una Roma arrembante e spregiudicata, come il proprio allenatore, per poi colpire con ripartenze rapide e dolorose, ma mai letali. Per Di Francesco questa, da allenatore, è una prima notte speciale nell’Olimpiade delle competizioni calcistiche, e la cura con cui la squadra occupa il campo nei primi minuti è il chiaro segno della meticolosità con cui è stato preparato il match. La squadra capitolina, però, non ha ancora i novanta minuti nelle gambe, e nelle fasi finali subisce a pieno l’offensiva dell’Atletico: è soltanto Alisson, in serata di grazia, a permettere alla propria porta di restare inviolata, lasciando così nell’anarchia il regime del Cholismo.

Pubblicato da Alex Rossi

Nato con i piedi storti, questo ragazzo ha iniziato ad approcciarsi al giornalismo per colmare la distanza tra sé stesso ed il campo da calcio. Crescendo, ha capito che il mondo è una tavolozza, e ci sono colori molto più belli da descrivere o raccontare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.