Tacchi: stile di vita, potere e dipendenza delle scarpe alte.

Tacchi: La femminilità delle donne in un paio di scarpe

“Gli uomini sono come le scarpe con il tacco. Ci sono quelli belli che fanno male. Quelli  che non ti piacciono fin dall’inizio. Quelli irraggiungibili che non potranno mai essere tuoi. Quelli che affascinano in partenza ma poi capisci che non sono niente di speciale. E infine quelli che non ti stancherai mai di avere con te” dice Carry di “Sex and the city”, la serie che ha sdoganato l’uso dei tacchi come se si indossasse delle scarpette. Infatti le protagoniste girano per New York sempre con i tacchi ai piedi.

Secondo la Dott.sa Anna Maria Sepe le scarpe sono indicatori della personalità. Rappresentano un’estensione del sé:  si possono intuire tratti psicologici, tendenze emotive, status sociale. Ed in maniera inconscia migliorano l’immagine di se.

Infatti  i TACCHI, da sempre  sono simbolo di femminilità. Contribuiscono a far sentire le donne più sicure di sè, con un potere che attira gli uomini. Dando al tacco un significato erotico. Lo stesso Freud infatti, parlava dei piedi come di una zona erogena e a causa delle terminazioni nervose, può portare ad un’attenzione morbosa.

Il sessuologo Jannelli ha spiegato che la scarpa alta rende il piede piccolo ed esalta quindi la caratteristica femminile. Inoltre determina una postura che mette in evidenza il sedere suscitando l’interesse maschile. Nella cultura cinese diventò una vera e propria tortura per le donne. I piedi  delle bambine venivano fasciati in modo che non potessero crescere troppo e dunque rimanessero piccoli ed eleganti. (Fonte vedi qui).

  tacchi dipendenza
tacchi dipendenza

A chi dobbiamo l’invenzione delle scarpe alte?

Si dice che l’invenzione del tacco è da attribuirsi a un uomo. Pare infatti che, alla fine del Seicento, Luigi XIV, Re Sole, per ovviare al problema della sua bassa statura avesse introdotto le scarpe col rialzo.

Ma l’invenzione ufficiale si crede legata a Caterina de’ Medici che per stupire la nazione francese e anche il marito, durante un ricevimento indossò delle scarpe con tacchi alti 7 cm che le diedero un fisico più imponente e seducente: il successo fu enorme e da allora i tacchi alti vennero associati all’abbigliamento femminile.

Le conseguenze del portarli sempre

Secondo uno studio alla Stanford University,  l’uso frequente dei tacchi alti può causare danni alle articolazioni perché si scarica l’intero peso sulle rotule affaticando la cartilagine. “Molti dei cambiamenti osservati con l’aumentare dell’altezza del tallone e il peso sono stati simili a quelli osservati con l’invecchiamento e la progressione dell’osteoartrite” “Questo suggerisce che l’utilizzo dei tacchi alti, specialmente con un peso alto, può contribuire ad aumentare il rischio artrosi nelle donne” dicono i ricercatori.

Molte donne a causa della dipendenza dei tacchi sono state costrette a piccoli interventi di chirurgia, come per l’alluce valgo o a iniezioni di collagene per rendere la pianta del piede più resistente al tacco. Possono esserci anche problemi legati alla struttura ossea e al sistema muscolare a causa della postura innaturale che si assume quando si indossano i tacchi.

Sara Jessica Parker (Carry) ha dichiarato di essersi rovinata i piedi(  e anche Kristin Davis,( Charlotte), per lo stesso motivo si scusa per aver incoraggiato le donne a salire sui tacchi.

“Mi sento in colpa per i tacchi – ha detto al Sunday Telegraph – perché mi sembrava che stavamo cercando di dire alle donne ‘si dovrebbe indossare tacchi come questi’. Erano belle scarpe. Erano appropriate ai personaggi, è quello che le donne come quelle del film indossano. Ma è diventato una cosa più ampia oramai, in cui sembrava che le donne dovessero indossarli ogni giorno”.

 tacchi dipendenza
tacchi dipendenza

Ma non disperate! L’uso frequente dei tacchi può provocare danni al vostro corpo. Ma se ne fate un uso moderato,l’unica cosa che potrà succedervi… sarà quella di sentirvi più donne!. E anche se la prima volta inciamperete, indossateli! Camminate a testa alta. E per una volta lasciatevi guardare.

Views All Time
Views All Time
653
Views Today
Views Today
2
Next Post

Tricottilomania: Quando strapparsi i capelli rivela un disagio

Facebook Twitter LinkedIn Tricotillomania:  L’abitudine di strapparsi i capelli La tricotillomania è un disturbo di origine psicosomatica, classificato all’interno dei disturbi ossessivo-compulsivi del DSM 5 che la definisce come “lo strapparsi i capelli in maniera ricorrente e compulsiva in risposta ad uno stato emotivo che non riesce ad essere sfogato […]
tricotillomania-cosa-e

Subscribe US Now