VARICELLA: conosciamo e preveniamo insieme questa malattia

VARICELLA: cosa è, cause e sintomi

Ogni anni in Italia si hanno almeno 500.000 casi di VARICELLA. Si tratta di una malattia contagiosa e in questo articolo vedremo meglio di cosa si tratta.

Insieme al Morbillo e alla Rosolia, la VARICELLA è una malattia contagiosa che colpisce i bambini e gli adulti. E’ però più caratteristica nei bambini al di sotto dei 12 anni.

CAUSATA DAL VIRUS VARICELLA ZOSTER (VZV) è un’infezione che può durare fino ad un massimo di 15 giorni. Per questo è consigliato far rimanere i bambini a casa fino alla fine del contagio. Normalmente si ha una volta nella vita ma se si presenta nuovamente abbiamo un eruzione cutanea detta HERPES ZOSTER conosciuta meglio con il nome di FUOCO DI SANT’ANTONIO.

I SINTOMI si caratterizzano per la presenza di rash di macchie che si manifestano su tutto il corpo. Simili a vesciche causano generalmente prurito e se ci si gratta, provocano spesso lesioni cutanee. Queste sorgono ad ondate (si possono avere vesciche appena comparse ed altre in stato avanzato). Il fenomeno viene chiamato dai medici “aspetto a cielo stellato”.  ATTENZIONE A NON GRATTARSI TROPPO! LA VARICELLA PUO’ CAUSARE CICATRICI PERMANENTI.

varicella-cosa è
varicella-cosa è

VARICELLA: contagio, trasmissione e cura

Il contagio si trasmette da uomo ad uomo (non da animale ad uomo).

Il periodo di diffusione è tra tardo inverno ed inizio primavera. Inizia due- tre giorni prima dell’eruzione cutanea e dura fino a che le vesciche diventano croste.

LA VARICELLA si trasmette toccando le vesciche, per via aerea quindi tramite la saliva, la tosse, gli starnuti e PUO ANCHE TRASMETTERSI AL FETO DURANTE LA GRAVIDANZA.

Non si consiglia di usare antibiotici per combattere LA VARICELLA.  I medici propongono di usare metodi naturali come utilizzare salviette fresche, talco e creme da applicare sulle vesciche per alleviare il prurito. Nei casi di complicazioni (infezioni della pelle, polmonite, encefalite) si consigliano però farmaci come l’ACICLOVIR o IMMUNOGLOBULINE per pazienti con carenze immunitarie o malati di leucemia.

Le complicazioni insorgono soprattutto negli adulti. Infatti se per i bambini è quasi normale avere la varicella, per gli adulti è più raro.  Infatti ricoveri e decessi sono nettamente maggiori per i grandi che per i piccini.

MA QUANDO CHIAMARE IL MEDICO? Se vedete che il vostro bambino ha uno dei sintomi qui sotto elencanti sarebbe prudente chiamare il medico:

  • tosse e difficoltà respiratorie
  • febbre alta da più di quattro giorni
  • mal di testa
  • sonnolenza
  • pus infettato
  • difficoltà nel camminare e sensibilità alla luce
  • confusione

 

 

COME PREVENIRLA ACCURATAMENTE

Per prevenire LA VARICELLA è consigliabile VACCINARSI.

Il vaccino è un farmaco che previene diverse malattie. Per LA VARICELLA, i bambini devono vaccinarsi tra i 12 e i 15 mesi e fare un successivo controllo tra i 4 e i 6anni.

Ovviamente essendo un farmaco, il vaccino ha i suoi effetti collaterali. Ma non per questo non deve essere fatto. Su questo argomento ci sono pareri contrastanti, ma secondo delle ricerche è emerso che molti genitori non conoscevano il vaccino per la varicella. Inoltre soltanto dal 2015 per i nuovi nati il vaccino è gratuito. Il costo si aggira attorno ai 40-50 euro ed è forse questo il motivo per cui spesso non viene effettuato, sebbene molti in realtà hanno ancora paura del vaccino..

 

 

Views All Time
Views All Time
584
Views Today
Views Today
3
Next Post

Luca Teodori: la sua storia e le tendenze make-up 2017

Facebook Twitter LinkedIn Parliamo con il Make-Up Artist Luca Teodori Come è nata la passione per questo mestiere? La mia passione per l’arte in generale non è mai nata, l’ho sempre avuta, fin da bambino. Spesso, durante le lezioni di greco e latino al liceo, invece di ascoltare le spiegazioni […]

Subscribe US Now